Coronavirus: disposizioni in materia di lavoro agile

Per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, con D.P.C.M. del 25 febbraio 2020, è stato stabilito che, in via provvisoria fino al 15 marzo 2020, i datori di lavoro aventi sede legale o operativa nelle Regioni colpite dal virus, possono ricorrere all’istituto del lavoro agile, anche in assenza di appositi accordi individuali con i propri dipendenti.

Successivamente, con D.P.C.M. del 1° marzo 2020, tale disposizione è stata estesa a tutte le imprese del territorio nazionale.

A tal proposito, la Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, con approfondimento del 2 marzo 2020 e con successivo approfondimento del 5 marzo 2020, ha fornito istruzioni circa le modalità previste per l’attivazione di tale forma di smart working, soffermandosi, in particolare, sulla procedura disposta dal Ministero del Lavoro e il modello di autocertificazione da compilare. Inoltre, con Circolare n. 5 del 09/03/2020, ha fornito ulteriori indicazioni in merito alla gestione, più in generale, dei rapporti di lavoro considerando il particolare stato di emergenza in corso.

 

 

 

Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Leggi e ascolta
Categorie
Tags
Articoli che potrebbero interessarti
12 Febbraio 2021
Lo sapevi che…esistono soluzioni innovative per la gestione del personale?
Lo sapevi che esistono soluzioni per la gestione del personale in grado di informatizzare il flusso documentale per la…
5 Febbraio 2021
Noi in una parola
Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato
Vuoi maggiori informazioni?

Via Piceni 5, 21013, Gallarate (VA) | Via L. Mascheroni 22, 20145, Milano
Telefono:  +39 0331 77 52 20 | +39 0331 77 96 11 | +39 0331 77 52 23
E-Mail: info@paserio.it | PEC: paserio@legalmail.it | P.IVA: IT03654550122

Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato