Corretto trattamento dei dati personali in costanza di rapporto di lavoro
La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 11223 del 29 maggio 2015, si è espressa circa il corretto trattamento dei dati personali in costanza di rapporto di lavoro
Nel caso in commento, il lavoratore lamentava la detenzione da parte del datore di lavoro, di copia integrale del verbale relativo all’accertamento sanitario effettuato dalla Commissione medica di verifica (documento contenente, oltre alla valutazione medico-legale circa l’inidoneità all’impiego, altri dati personali relativi alla diagnosi, agli esami obiettivi e agli accertamenti clinici e strumentali effettuati, nonché informazioni anamnestiche).
La Suprema Corte ha evidenziato come si palesi una netta violazione della privacy quando al datore di lavoro giungano, oltre all’informazione relativa al giudizio medico-legale di inidoneità all’impiego di un soggetto interno, ulteriori dati sensibili.
Tags:
Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Leggi e ascolta
Categorie
Tags
Articoli che potrebbero interessarti
19 Gennaio 2021
10 Dicembre 2020
Lo sapevi che…puoi distribuire i cedolini paga con un click?
Soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria, in cui bisogna limitare i contatti il più possibile ed alcuni di…
9 Dicembre 2020
Lo sapevi che…puoi usufruire della formazione finanziata per i tuoi dipendenti?
In qualità di datore di lavoro puoi usufruire della formazione finanziata. Ecco cos’è la formazione finanziat…
1 Dicembre 2020
Tutorial – Dimissioni Telematiche su Cliclavoro con accesso SPID
Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato
Vuoi maggiori informazioni?

Via Piceni 5 – 21013 Gallarate (VA) | Via L. Mascheroni 22 – 20145 Milano
Telefono:  +39 0331 77 52 20 | +39 0331 07 32 77 | Fax: +39 0331 77 52 23
E-Mail: info@paserio.it | PEC: paserio@legalmail.it | P.IVA: 03654550122