Domande di CIGO: dal 1° novembre è un quasi addio al file CSV

Con il messaggio n. 3566/2018, l’INPS ha previsto che dal 1° novembre 2018, potremo dire addio (o quasi) all’obbligo di allegazione del file CSV nella presentazione delle domande di CIGO e all’introduzione dell’elenco beneficiari da allegare all’istanza stessa.

Le informazioni contenute nel predetto file verranno reperite dai dati forniti con i flussi Uniemens dei 6 mesi precedenti la data di inizio del periodo di CIGO richiesto.

Ad ogni modo, qualora appaia superato il predetto limite di 1/3 e non risultino inviati o completi i dati Uniemens dei 6 mesi precedenti la domanda, l’INPS richiederà comunque all’azienda il citato file CSV per completare il controllo ai fini di un eventuale motivato rigetto, totale o parziale dell’istanza.

Parallelamente all’eliminazione del file CSV, dal 1° novembre 2018 sarà obbligatorio indicare con la domanda i nominativi dei lavoratori beneficiari.

Per consentire alle aziende l’adeguamento del proprio software, nei primi sei mesi dalla suddetta data di entrata in vigore dell’obbligo di invio della lista dei beneficiari sarà possibile per le aziende stesse importare i codici fiscali dei beneficiari direttamente dal  file CSV.

Si evidenzia che la mancata allegazione dell’elenco dei beneficiari non consentirà l’invio della domanda.

Tags:
Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Leggi e ascolta
Categorie
Tags
Articoli che potrebbero interessarti
Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato
Vuoi maggiori informazioni?

Via Piceni 5, 21013, Gallarate (VA) | Via L. Mascheroni 22, 20145, Milano
Telefono:  +39 0331 77 52 20 | +39 0331 77 96 11 | +39 0331 77 52 23
E-Mail: info@paserio.it | PEC: paserio@legalmail.it | P.IVA: IT03654550122

Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato