Lo sapevi che… esistono incentivi per le aziende che assumono persone prive di impiego?

Per incentivare l’occupazione Regione Lombardia, con il decreto n. 9190/2021, ha approvato il bando Formare per Assumere.

Il bando finanzia incentivi occupazionali, a fondo perduto e una tantum, abbinati ai costi di formazione sostenuti dall’azienda e ai costi di selezione del personale, fino al valore massimo di € 12.500.

Requisiti per l’accesso al bando

Posso accedere al bando tutte le aziende, con unità produttiva o sede operativa in Regione Lombardia, che assumono persone prive di un impiego subordinato, o parasubordinato, da almeno 30 giorni e che non stiano fruendo di interventi di politica attiva come Garanzia Giovani, Dote Unica lavoro e Azioni di rete.

L’assunzione dovrà avvenire con la stipula di un contratto subordinato a tempo indeterminato, determinato di almeno 12 mesi o apprendistato, e dovrà essere a tempo pieno o part-time di almeno 20 ore settimanali. Possono beneficiare del contributo anche per i tirocinanti che vengono assunti con uno dei contratti di cui sopra, poiché il periodo di tirocinio viene ritenuto valido per la soddisfazione del requisito dei 30 giorni di disoccupazione; mentre restano esclusi dal bando i contratti di somministrazione, lavoro intermittente e domestico.

Ulteriore requisito per la concessione degli incentivi occupazionali, è quello di attivare un percorso formativo non inferiore a 40 ore; i costi sostenuti per la formazione saranno rimborsati con il voucher formazione che prevede un massimo di € 3.000.

L’accesso agli incentivi è previsto per i contratti stipulati a partire dal 08/07/2021; analogamente, la formazione e i servizi di ricerca e selezione dovranno essere erogati a partire da quella data.

Bonus occupazionale

L’incentivo occupazionale prevede fino ad un massimo di € 9.000 ed è condizionato all’attivazione di un percorso formativo di almeno 40 ore.

L’ammontare di questo bonus si differenzia a seconda della difficoltà di inserimento nel mercato del lavoro della persona nel seguente modo:

  • € 4.000 per lavoratori di età fino a 54 anni;
  • € 6.000 per lavoratrici di età fino a 54 anni;
  • € 6.000 per lavoratori over 55;
  • € 8.000 per lavoratrici over 55.

Per le aziende con meno di 50 dipendenti, agli importi di cui sopra, si aggiunge un ulteriore bonus di € 1.000.

Voucher per la formazione

Il voucher per la formazione costituisce parte integrate degli incentivi del bando Formare per Assumere insieme al bonus occupazione. Tale voucher prevede il rimborso dei costi sostenuti per la formazione del lavoratore fino ad un massimo di € 3.000.

La formazione, per essere considerata valida al fine di ottenere il contributo, deve essere erogata da un operatore accreditato appartenente all’elenco di Regione Lombardia, oppure da una Fondazione ITS o da un’Università entrambe con sede di Lombardia.

La formazione erogata da enti diversi da quelli di cui sopra è riconosciuta esclusivamente se finalizzata all’ottenimento di certificazioni o patentini per competenze declinate nell’avviso del bando.

Voucher per la selezione

Le aziende possono ottenere anche un voucher per la ricerca e selezione del personale che prevedere un contributo per il rimborso delle spese sostenute fino ad un massimo di € 500.

La ricerca e selezione, per essere considerata valida al fine di ottenere il contributo, deve essere erogata da un operatore accreditato per i servizi al lavoro appartenente all’elenco di Regione Lombardia.

Presentazione delle domande

Le domande per l’accesso al bando possono essere presentate sul sito dedicato ai bandi online di Regione Lombardia a partire dal 01/04/2022 dalle ore 12.00 sul nuovo stanziamento finanziario, come previsto nel provvedimento n. 3370 del 15.03.2022. Il bando rimarrà aperto fino al 30/06/2022, salvo esaurimento dei finanziamenti.

Per la presentazione della domanda l’azienda dovrà già aver assunto il lavoratore e, anche a seguito dell’assunzione, dovrà attivare il percorso formativo tramite operatore esterno.

Cumulabilità degli incentivi

Si precisa che gli incentivi previsti dal bando sono cumulabili con altre agevolazioni previste a livello nazionale per alcune categorie di lavoratori. Sono esclusi dal bando lavoratori che nei 6 mesi precedenti hanno fruito di misure regionali di politica attiva come Garanzia Giovani, Dote Unica lavoro e Azioni di rete.

Tags:
Condividi questo articolo
Leggi e ascolta
Categorie
Tags
Articoli che potrebbero interessarti
Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato