I permessi ex L. n. 104/1992 incidono ai fini del superamento del periodo di comporto?

Con la sentenza n. 3065/2015, la Corte di Cassazione si è pronunciata in merito alla possibilità, per un lavoratore dipendente, di usufruire di un permesso ex L. n. 104/1992 dopo aver fruito di un periodo di assenze per malattia ed aspettativa. Il lavoratore non è tenuto a rientrare al lavoro prima di usufruire del predetto permesso e l’assenza dal lavoro imputabile a permesso ex L. n. 104/1992 non è da ritenersi utile ai fini del superamento del periodo massimo di comporto.

Tags:
Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Leggi e ascolta
Categorie
Tags
Articoli che potrebbero interessarti
Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato
Vuoi maggiori informazioni?

Via Piceni 5, 21013, Gallarate (VA) | Via L. Mascheroni 22, 20145, Milano
Telefono:  +39 0331 77 52 20 | +39 0331 77 96 11 | +39 0331 77 52 23
E-Mail: info@paserio.it | PEC: paserio@legalmail.it | P.IVA: IT03654550122

Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato