Insussistenza delle condotte contestate: attenzione alla reintegra

La Corte di Cassazione, con ordinanza n. 25355/2019, ha disposto la reintegra di un lavoratore (ex art. 18, co. 4, L. n. 300/1970) a seguito di licenziamento qualificato come illegittimo per insussistenza delle condotte a lui contestate; quindi, i fatti contestati, sono stati ritenuti come mai avvenuti. Si ricorda che, in assenza della prova del fatto controverso, trova applicazione la regola di giudizio basata sull’onere della prova, individuando come soccombente la parte onerata della prova stessa (in questo caso, il datore di lavoro).

Tags:
Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Leggi e ascolta
Categorie
Tags
Articoli che potrebbero interessarti
Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato
Vuoi maggiori informazioni?

Via Piceni 5, 21013, Gallarate (VA) | Via L. Mascheroni 22, 20145, Milano
Telefono:  +39 0331 77 52 20 | +39 0331 77 96 11 | +39 0331 77 52 23
E-Mail: info@paserio.it | PEC: paserio@legalmail.it | P.IVA: IT03654550122

Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato