Negato il doppio indennizzo per l’agente in caso di recesso

La Corte di Giustizia europea con la sentenza del 3 dicembre 2015 (rif. causa C-338/14) è intervenuta in merito alla casistica di un agente che, a seguito del recesso da parte del preponente ha richiesto, oltre al pagamento dell’indennità per la cessazione del rapporto, anche un risarcimento danno.

Sul punto è stato stabilito che ciascuno Stato dell’UE deve operare una scelta, individuando uno solo dei due sistemi di indennizzo spettante all’agente in caso di estinzione del contratto.

Da tale pronuncia ne deriva che la concessione del risarcimento dei danni non può consistere in un duplice indennizzo, ottenuto sommando l’indennità di clientela e il risarcimento per la perdita di provvigioni in seguito alla risoluzione del contratto.

 

Tags:
Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Leggi e ascolta
Categorie
Tags
Articoli che potrebbero interessarti
Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato
Vuoi maggiori informazioni?

Via Piceni 5, 21013, Gallarate (VA) | Via L. Mascheroni 22, 20145, Milano
Telefono:  +39 0331 77 52 20 | +39 0331 77 96 11 | +39 0331 77 52 23
E-Mail: info@paserio.it | PEC: paserio@legalmail.it | P.IVA: IT03654550122

Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato