Dal 1° agosto 2020: nuova procedura di smart working

Il Ministero del Lavoro, in data 24 luglio 2020, ha aggiornato le Faq relative al Coronavirus, offrendo chiarimenti in merito alla procedura di smart working.

Il Ministero ha precisato che la procedura “semplificata” di smart working è utilizzabile sino al 31 luglio 2020.

Dal 1° agosto 2020, dovrà essere effettuata la comunicazione di avvio dello smart working prevista dall’art. 23, comma 1, L. 81/2017, mediante i modelli predisposti dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ovvero:

Inoltre, rispetto alla disciplina prevista per lo stato emergenziale, viene ripristinata l’obbligatorietà dell’accordo individuale tra datore di lavoro e dipendente.

Il datore di lavoro, in fase di comunicazione di avvio del lavoro agile, potrà comunque limitarsi a dichiarare che l’azienda è in possesso degli accordi individuali stipulati con i dipendenti, senza necessariamente allegare gli stessi alla comunicazione. Tuttavia, potrà essere chiamato ad esibire tali accordi al Ministero, all’INAIL e all’INL, qualora questi ne facciano richiesta.

 

 

Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Leggi e ascolta
Categorie
Tags
Articoli che potrebbero interessarti
Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato
Vuoi maggiori informazioni?

Via Piceni 5, 21013, Gallarate (VA) | Via L. Mascheroni 22, 20145, Milano
Telefono:  +39 0331 77 52 20 | +39 0331 77 96 11 | +39 0331 77 52 23
E-Mail: info@paserio.it | PEC: paserio@legalmail.it | P.IVA: IT03654550122

Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato