Prestazioni oltre il normale orario di lavoro: di chi è l’onere della prova?

Prestazioni oltre il normale orario di lavoro paserioCon la sentenza n. 13682 del 5 luglio 2016 la Corte di Cassazione ha asserito che nel caso di prestazioni di lavoro svolte oltre il normale orario di lavoro (ovvero oltre a quanto indicato nella lettera di assunzione) l’onere della prova ricade sul lavoratore.

Il caso è quello di un lavoratore che, ricorrendo alle dichiarazioni di alcuni testimoni, richiede il riconoscimento delle spettanze relative al maggior numero di ore lavorate rispetto a quanto indicato nel contatto individuale di lavoro.

In questa fattispecie diventa dunque rilevante la forza delle prove testimoniali, derivante dalla loro attinenza, attendibilità e precisione.

 

Tags:
Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Leggi e ascolta
Categorie
Tags
Articoli che potrebbero interessarti
12 Febbraio 2021
Lo sapevi che…esistono soluzioni innovative per la gestione del personale?
Lo sapevi che esistono soluzioni per la gestione del personale in grado di informatizzare il flusso documentale per la…
5 Febbraio 2021
Noi in una parola
7 Gennaio 2021
Lo sapevi che…puoi distribuire i cedolini paga con un click?
Soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria, in cui bisogna limitare i contatti il più possibile ed alcuni di…
Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato
Vuoi maggiori informazioni?

Via Piceni 5, 21013, Gallarate (VA) | Via L. Mascheroni 22, 20145, Milano
Telefono:  +39 0331 77 52 20 | +39 0331 77 96 11 | +39 0331 77 52 23
E-Mail: info@paserio.it | PEC: paserio@legalmail.it | P.IVA: IT03654550122

Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato