Proroga smart working semplificato non oltre il 31 marzo 2021

Il D.L. n. 183 del 31 dicembre 2020, il c.d. Decreto Milleproroghe 2021 ha disposto la proroga dello smart working “semplificato” fino alla data di cessazione dello stato di emergenza sanitaria per Covid-19 (attualmente fissato al 31 gennaio 2021), e comunque, non oltre il 31 marzo 2021. 

Pertanto, non oltre il 31 marzo 2021, i datori di lavoro potranno:

  • continuare ad applicare la modalità di lavoro agile a ogni rapporto di lavoro subordinato in assenza degli accordi individuali con i lavoratori interessati. Permane l’obbligo di consegna al lavoratore dell’informativa in materia di sicurezza.
  • comunicare l’attivazione o proroga dello smart working al Ministero del Lavoro, ricorrendo alla procedura semplificata disponibile sul portale dell’Istituto.
Oltre il 31 marzo 2021, le nuove attivazioni e le prosecuzioni dello smart working, dovranno essere eseguite con le modalità e i termini ordinari previsti dagli articoli 18 – 23 della Legge n. 81 del 22 maggio 2017.
Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Leggi e ascolta
Categorie
Tags
Articoli che potrebbero interessarti
Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato
Vuoi maggiori informazioni?

Via Piceni 5, 21013, Gallarate (VA) | Via L. Mascheroni 22, 20145, Milano
Telefono:  +39 0331 77 52 20 | +39 0331 77 96 11 | +39 0331 77 52 23
E-Mail: info@paserio.it | PEC: paserio@legalmail.it | P.IVA: IT03654550122

Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato