RASSEGNA NEWS DELLA SETTIMANA – Agg. al 11.10.2018

CONTRIBUTI ALL’ENTE BILATERALE E TASSAZIONE: L’AGENZIA DELLE ENTRATE CHIARISCE

L’Agenzia delle Entrate, con interpello n. 24/2018, ha precisato che i contributi versati all’Ente bilaterale sulla base di accordi contrattuali e aventi finalità assistenziale sono soggetti a tassazione come redditi di lavoro dipendente dato che la normativa non consente di escludere dalla formazione del reddito di lavoro dipendente i contributi con finalità assistenziale non obbligatori per legge. Invece, per quanto attiene alle prestazioni seguite dagli enti bilaterali si applicano principi generali che disciplinano la tassazione dei redditi e che, pertanto, devono essere assoggettate a tassazione le sole prestazioni inquadrabili in una delle categorie reddituali previste dall’articolo 6 del Tuir.


QUESTIONARIO INAIL: L’ULTIMO PASSO VERSO LE NUOVE TARIFFE?

L’Inail si sta preparando all’applicazione delle nuove tariffe dei premi: conclusa la parte tecnica, l’Istituto invierà un questionario a 55.000 aziende per effettuare correttamente il passaggio al nuovo sistema tariffario.

Il questionario sarà finalizzato a sapere se l’azienda ha personale che effettua esclusivamente attività d’ufficio e sarà rivolto a quei datori di lavoro per i quali le informazioni in possesso dell’Istituto non sono sufficienti a garantire il passaggio tra vecchio e nuovo mondo tariffario.


FONDO METASALUTE: AGGIORNATO IL REGOLAMENTO

Il 24 settembre 2018 il CDA del fondo Mètasalute ha approvato la nuova versione del regolamento che presenta modifiche agli articoli 3.2, 14 e 15: riguardanti l’iscrizione dei lavoratori dipendenti al fondo, le prestazioni erogate e la conformità alle più recenti introduzioni normative in tema di privacy.

 


SERVIZI SOSTITUTIVI MENSA TRAMITE APP MOBILE: IL TRATTAMENTO FISCALE

L’Agenzia delle Entrate emanando il principio di diritto n. 3/2018 ha stabilito che il servizio di mensa aziendale reso tramite apposita “App Mobile” per smartphone sia assimilabile ai servizi sostitutivi di mensa resi a mezzo dei buoni pasto. Pertanto, ai fini Irpef, risulta applicabile l’articolo 51, comma 2, lettera c), Tuir, in quanto non concorrono a formare reddito né le somministrazioni di vitto, né le mense organizzate direttamente dal datore di lavoro.

Tags:
Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Leggi e ascolta
Categorie
Tags
Articoli che potrebbero interessarti
12 Febbraio 2021
Lo sapevi che…esistono soluzioni innovative per la gestione del personale?
Lo sapevi che esistono soluzioni per la gestione del personale in grado di informatizzare il flusso documentale per la…
5 Febbraio 2021
Noi in una parola
7 Gennaio 2021
Lo sapevi che…puoi distribuire i cedolini paga con un click?
Soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria, in cui bisogna limitare i contatti il più possibile ed alcuni di…
9 Dicembre 2020
Lo sapevi che…puoi usufruire della formazione finanziata per i tuoi dipendenti?
In qualità di datore di lavoro puoi usufruire della formazione finanziata. Ecco cos’è la formazione finanziat…
1 Dicembre 2020
Tutorial – Dimissioni Telematiche su Cliclavoro con accesso SPID
Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato
Vuoi maggiori informazioni?

Via Piceni 5 – 21013 Gallarate (VA) | Via L. Mascheroni 22 – 20145 Milano
Telefono:  +39 0331 77 52 20 | +39 0331 77 96 11 | +39 0331 77 52 23
E-Mail: info@paserio.it | PEC: paserio@legalmail.it | P.IVA: 03654550122

Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato