Somministrazione a tempo determinato: violazione della disciplina delle proroghe

La Corte di Cassazione, con ordinanza n. 29/2020, in tema di somministrazione di lavoro, ha affermato che  la violazione del limite massimo di 6 proroghe nell’arco di 36 mesi, previsto dall’art. 42 del CCNL 2008 per la categoria delle agenzie di somministrazione di lavoro, può ritenersi sussistente solo qualora il lavoratore dimostri che il datore di lavoro, attraverso la stipula di un successivo contratto di somministrazione senza soluzione di continuità (di per sé non vietata), abbia eluso fraudolentemente tale divieto.

  

Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Leggi e ascolta
Categorie
Tags
Articoli che potrebbero interessarti
Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato
Vuoi maggiori informazioni?

Via Piceni 5, 21013, Gallarate (VA) | Via L. Mascheroni 22, 20145, Milano
Telefono:  +39 0331 77 52 20 | +39 0331 77 96 11 | +39 0331 77 52 23
E-Mail: info@paserio.it | PEC: paserio@legalmail.it | P.IVA: IT03654550122

Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato