Straordinario pagato in nero: omissione o evasione contributiva?
Con la sentenza n. 23485/2015, la Corte di Cassazione ha chiarito che il mancato pagamento di contributi derivanti da prestazioni di lavoro straordinario in nero si configura come evasione contributiva e non come omissione contributiva, ipotesi, quest’ultima, dalle conseguenze indubbiamente attenuate. 
La Corte ha infatti rammentato che, per consolidata giurisprudenza, l’omessa o infedele denuncia mensile all’INPS di rapporti di lavoro o di retribuzioni erogate integra l’evasione contributiva e non la fattispecie dell’omissione contributiva. Quest’ultima, infatti, riguarda solo le ipotesi in cui il datore di lavoro, pur avendo provveduto a tutte le denunce e registrazioni obbligatorie, ometta il pagamento dei.
Nella fattispecie oggetto della pronuncia, i crediti contributivi non riguardano le retribuzioni regolarmente denunciate, bensì retribuzioni di lavoro straordinario e domenicale avvenute “in nero”.
Tags:
Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Leggi e ascolta
Categorie
Tags
Articoli che potrebbero interessarti
12 Febbraio 2021
Lo sapevi che…esistono soluzioni innovative per la gestione del personale?
Lo sapevi che esistono soluzioni per la gestione del personale in grado di informatizzare il flusso documentale per la…
5 Febbraio 2021
Noi in una parola
7 Gennaio 2021
Lo sapevi che…puoi distribuire i cedolini paga con un click?
Soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria, in cui bisogna limitare i contatti il più possibile ed alcuni di…
Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato
Vuoi maggiori informazioni?

Via Piceni 5, 21013, Gallarate (VA) | Via L. Mascheroni 22, 20145, Milano
Telefono:  +39 0331 77 52 20 | +39 0331 77 96 11 | +39 0331 77 52 23
E-Mail: info@paserio.it | PEC: paserio@legalmail.it | P.IVA: IT03654550122

Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato