Tempo tuta: quando è retribuito?

tempo tuta retribuito paserioCon la sentenza n. 15307 del 25 luglio 2016, la Corte di Cassazione ha asserito che il c.d. “tempo tuta”, ovvero il tempo di vestizione in entrata ed in uscita per indossare e togliere la divisa, deve essere retribuito se il datore di lavoro ha imposto un anticipo di entrata ed un posticipo dell’uscita dal turno di lavoro: l’onere della prova è a carico del lavoratore e, in mancanza, questi tempi rientrano nel normale orario di lavoro.

Quindi:

  • quando le attività di vestizione e svestizione sono effettuate nel tempo compreso tra la timbratura in entrata e quella in uscita (e dunque nell’orario di lavoro);
  • quando non viene offerta la prova del fatto che per l’adempimento di questo obbligo l’azienda abbia imposto di provvedervi al di fuori del turno di servizio;
  • che le direttive aziendali si limitavano ad imporre di indossare la divisa successivamente all’entrata ed a dismetterla prima dell’uscita dal servizio;
  • che il tempo impiegato per indossare e dismettere la divisa era stato regolarmente retribuito,

non si evince l’obbligo di dover corrispondere ulteriore retribuzione.

Tags:
Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Leggi e ascolta
Categorie
Tags
Articoli che potrebbero interessarti
19 Gennaio 2021
10 Dicembre 2020
Lo sapevi che…puoi distribuire i cedolini paga con un click?
Soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria, in cui bisogna limitare i contatti il più possibile ed alcuni di…
9 Dicembre 2020
Lo sapevi che…puoi usufruire della formazione finanziata per i tuoi dipendenti?
In qualità di datore di lavoro puoi usufruire della formazione finanziata. Ecco cos’è la formazione finanziat…
1 Dicembre 2020
Tutorial – Dimissioni Telematiche su Cliclavoro con accesso SPID
Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato
Vuoi maggiori informazioni?

Via Piceni 5 – 21013 Gallarate (VA) | Via L. Mascheroni 22 – 20145 Milano
Telefono:  +39 0331 77 52 20 | +39 0331 07 32 77 | Fax: +39 0331 77 52 23
E-Mail: info@paserio.it | PEC: paserio@legalmail.it | P.IVA: 03654550122