Il Leader nel 2021

Siamo in un vortice dove il cambiamento è all’ordine del giorno.

Questo, dopo l’emergenza sanitaria ed economica, l’abbiamo capito.

Ora, lo sforzo è quello di comprendere qual è la mentalità, il pensiero, il comportamento e le azioni che il nuovo leader dovrà mettere in atto per trasformarsi in un catalizzatore di cambiamento all’interno della propria organizzazione.

Nel profondo, la ricerca di ognuno di noi è quella di trovare la chiave per vivere e far vivere ai nostri collaboratori, un senso di benessere.

Creare le condizioni affinché le persone facciano scelte consapevoli verso un interesse comune che va oltre al proprio individualismo.

Scegliere di distinguersi, di eccellere nel proprio lavoro, di formarsi adeguatamente, di contribuire a costruire qualcosa di grande. Uno scopo condiviso in linea con la visione aziendale.

Scegliere. Qualcosa di magico, sia per chi legittima la scelta, che per il collaboratore che sceglie.

Una libertà che muove le persone verso obiettivi ben formati, spezzando lo schema mentale e il condizionamento sociale in cui il lavoro e la retribuzione, per anni, sono stati ricollegati al fattore tempo.

In oltre 30 anni di lavoro ho gestito persone e, in questi 30 anni, ho cambiato la mia leadership.

Un cambiamento dovuto all’età, alla crescita personale, al cambiamento di interessi, di conoscenza e al contesto interno ed esterno.

Prima era una leadership più direttiva, in cui non era presente la delega fiduciaria. Esisteva solo la gestione del compito. La mentalità era quella del vinco/perdi.

Poi sono passata a una leadership più collaborativa, animata dalla volontà di condividere e far crescere le persone. I primi risultati sono arrivati. Non c’è dubbio. Le persone sono fiorite, ma la mentalità era ancora fortemente collegata al controllo.

In quel periodo ho cercato di mantenere le promesse, essere coerente, disponibile e diventare un punto di riferimento. Ho cambiato il mio approccio.

La mentalità è passata dal vinco/perdi a quella dell’abbondanza, il paradigma vinci/vinci secondo cui c’è spazio per tutti.

Poi ho iniziato ad ascoltare di più. Questo è stato il momento più difficile. Diventare un foglio bianco ed entrare nel mondo, nei pensieri e nelle convinzioni del collaboratore per comprendere il suo punto di vista prima di giudicare e sputare sentenze.

Non è stato facile. Ha richiesto un grande lavoro personale. La conoscenza delle proprie emozioni, della loro gestione e della capacità di trasformare le emozioni in punti di forza.

Il passo successivo è stato quello di lasciare andare. Spostarsi in seconda fila e lasciare che altre persone, sulle quali avevo investito per diversi anni, fossero libere di fare scelte consapevoli all’interno del loro ruolo.

Una scelta che ha messo la fiducia al centro del sistema.

Una fiducia incondizionata per permettere alle persone di esplorare, di decidere e di assumersi delle responsabilità con lo scopo di imparare serenamente.

Ed eccoci al 2021. Il momento di guardarci allo specchio e scegliere, di nuovo, uno stile di leadership in linea con quello che il mondo e la nuova generazione ci sta chiedendo.

Una leadership di sostegno per aiutare i collaboratori a trovare la loro voce all’interno dello studio.

Un ulteriore cambio di cappello. Il quarto.

Il prima è stato quello del professionista.

Il secondo, quello che manager.

Il terzo, quello dell’imprenditore.

Il quarto è quello più evoluto, quello del leader che cresce altri leader.

Un cappello più spirituale per ispirare gli altri e liberare il loro potenziale. Fare in modo che ognuno trovi la sua strada perché, solo persone bilanciate, soddisfatte e realizzate, possono dare il meglio nelle nostre organizzazioni offrendo un servizio eccellente, personalizzato e di alto valore aggiunto.

Condividi questo articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Leggi e ascolta
Categorie
Tags
Articoli che potrebbero interessarti
12 Febbraio 2021
Lo sapevi che…esistono soluzioni innovative per la gestione del personale?
Lo sapevi che esistono soluzioni per la gestione del personale in grado di informatizzare il flusso documentale per la…
5 Febbraio 2021
Noi in una parola
7 Gennaio 2021
Lo sapevi che…puoi distribuire i cedolini paga con un click?
Soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria, in cui bisogna limitare i contatti il più possibile ed alcuni di…
9 Dicembre 2020
Lo sapevi che…puoi usufruire della formazione finanziata per i tuoi dipendenti?
In qualità di datore di lavoro puoi usufruire della formazione finanziata. Ecco cos’è la formazione finanziat…
1 Dicembre 2020
Tutorial – Dimissioni Telematiche su Cliclavoro con accesso SPID
Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato
Vuoi maggiori informazioni?

Via Piceni 5, 21013, Gallarate (VA) | Via L. Mascheroni 22, 20145, Milano
Telefono:  +39 0331 77 52 20 | +39 0331 77 96 11 | +39 0331 77 52 23
E-Mail: info@paserio.it | PEC: paserio@legalmail.it | P.IVA: IT03654550122

Iscriviti alla newsletter
Resta sempre aggiornato