Analizziamo “come funziona il problema” prima di agire

Quando i conti non tornano, si inizia a tagliare i costi.

Si spulciano le voci di bilancio e si chiedono preventivi.

I tagli sono inevitabili e le giornate passano all’insegna del risparmio.

Ma, siamo sicuri che questa è la strategia giusta per sanare la nostra azienda?

Abbiamo valutato cosa effettivamente non funziona e che ha affievolito il nostro reddito?

Chiudersi a riccio, potrebbe essere una soluzione.

Non sempre, però, è la soluzione giusta.

Partiamo quindi dal problema e chiediamoci:

  • Quali sono i soggetti interessati? Ossia, quali sono gli attori?
  • Il problema è circoscritto a tutti i reparti dell’azienda o solo ad alcuni di essi?
  • In che lasso temporale si è verificato questo problema?
  • In questo periodo, quali sono stati gli eventi scatenanti?
  • Al verificarsi di questi eventi, quali sono state le azioni che abbiamo messo in campo?
  • Queste azioni, che risvolti hanno avuto in termini di risultati?

Una volta analizzato “come funziona il problema” capiremo anche quali sono le tentate soluzioni fallimentari che abbiamo messo in atto.

Questo, ci permetterà di capire:

  • cosa non funziona o non ha funzionato;
  • cosa ha funzionato, anche solo in parte, e che possiamo etichettare come “eccezione” nel momento in cui identificheremo quell’azione come ripetibile.

Un piccolo passo che, però, è fondamentale per non rimanere incastrati in un sistema disfunzionale alimentato dalle nostre stesse azioni.

Una delle tecniche di problem solving strategico che si potrebbe utilizzare, in questo caso, è il “come se”, ossia, immaginare di trovarsi catapultati nel futuro ed entrare in una dimensione dove il problema è stato completamente risolto:

  • Cosa vediamo intorno a noi?
  • Cosa stanno facendo le persone?
  • Cosa percepiamo?
  • Quali sono le cose che sono state realizzate?

Un tuffo nel futuro, che porta nel presente la saggezza delle azioni da compiere.

Un viaggio nel tempo che ci permetterà di agire in modo funzionale.

Disinseriamo il pilota automatico del contenimento dei costi e affidiamoci a tecniche collaudate di problem solving strategico aziendale.

I tentativi, lasciamoli a qualcun altro.

Sandra Paserio – Problem Solver – Coach – Consulente del Lavoro