Come attrarre i talenti della generazione Z

Cresciuti in un mondo digitale, i giovani talenti della generazione Z, nati tra il 1995 e il 2012, rappresentano il futuro delle nostre aziende.

E chi, come me, ha superato i 50 anni, è basito dalla naturalezza con cui li vediamo spostarsi da un dispositivo all’altro:

  • sbirciando articoli
  • guardando immagini
  • fermandosi solo pochi secondi su qualcosa che li attrae.

La loro capacità di attenzione è di circa 8 secondi.

Ma vediamo le altre caratteristiche che contraddistinguono questi giovani talenti:

  • Sono orientati alla tecnologia e al mobile
  • Sono multitasking
  • Hanno una sofisticata abilità a filtrare le informazioni
  • Rispondono bene agli stimoli visivi
  • Offrono e richiedono feedback costruttivi
  • Sono focalizzati al futuro e agli obiettivi
  • Sono dotati di uno spirito imprenditoriale
  • Hanno una forte predisposizione al cambiamento e alla flessibilità
  • Sono cittadini del mondo.

C’È ANCHE UN ROVESCIO DELLA MEDAGLIA CHE PERÒ NON POSSIAMO SOTTOVALUTARE.

Sono abituati ad avere risposte immediate e questo li porta spesso all’incapacità di aspettare.

Procrastinare il piacere del risultato per loro è innaturale.

Iniziano un percorso e vorrebbero acquisire, nel giro di breve, tutte le capacità e le conoscenze per fare un lavoro eccellente.

L’impossibilità di riuscire in questo intento li porta alla frustrazione ed ecco innescarsi un meccanismo paradossale e disfunzionale.

Più sono frustrati, più iniziano a fare come le api. Si spostano in maniera frenetica da un’azienda all’altro fagocitando informazioni.

Ma invece che fermarsi e metabolizzare la conoscenza per poi metterla a frutto, continuano imperterriti a cercare esperienze nuove che alla fine rischiano di impoverirli nelle relazioni e nei valori.

Un dualismo tutto loro che è importante conoscere perché, entro il 2025, la generazione Z rappresenterà un terzo della forza lavoro di tutto il mondo.

Comprenderne le logiche, permetterà agli imprenditori di attrarre quelli che possiamo definire “i migliori talenti”.

SE SEI UN IMPRENDITORE, ECCO 10 SUGGERIMENTI PER FARTI SCEGLIERE(*):

  1. Costruisci il tuo brand e la reputazione aziendale attraverso i canali web mostrandoti in sintonia con loro
  2. Investi sulla loro crescita e sulla formazione
  3. Investi nel lavoro di gruppo
  4. Coinvolgili in progetti stimolati favorendo lo smart working
  5. Crea piani di carriera mirati e guidali attraverso il coaching
  6. Promuovi un miglior equilibrio vita-lavoro
  7. Presta attenzione alla responsabilità sociale
  8. Supporta l’autonomia e il pensiero critico
  9. Sviluppare una cultura basata sui feedback
  10. Punta sul mentoring e l’

(*) Già, perché sono loro che scelgono te e non viceversa

Se vuoi saperne di più, contattaci.

Saremo lieti di accompagnarti in questo percorso.