ACCORDO DI RINNOVO CCNL BARBIERI, PARRUCCHIERI ED ACCONCIATORI ARTIGIANATO

In data 8 settembre 2014 è stato rinnovato dalle Associazioni dell’artigianato e da Filcams CGIL, Fisascat CISL e Uiltucs UIL, il CCNL che si applica ai parrucchieri ed agli estetisti. L’intesa è valida fino a giugno 2016.
Questi i punti salienti:
• INCREMENTI RETRIBUTIVI: 01/10/2014 – 01/10/2015 – 01/06/2016;
• UNA TANTUM VACANZA CONTRATTUALE: ai lavoratori in forza alla data del presente accordo erogata una tantum in due soluzioni € 60,00 con la retribuzione di febbraio 2015 ed € 60,00 con la retribuzione di novembre 2015. Per gli apprendisti erogato il 70% del suddetto importo. Esclusa dal calcolo del Tfr ed assorbibile dagli importi già erogati a titolo di futuri miglioramenti. Riconosciuta anche in caso di dimissioni o licenziamento;
• PERIODO DI PROVA (art. 12): stabilite durate massime 3-4 mesi a seconda del livello;
• PART-TIME (art. 19): riformate clausole flessibili/elastiche e relative maggiorazioni. Lavoro supplementare: previsto un tetto pari al 50% del normale orario di lavoro e una maggiorazione forfettaria del 20%;
• PERIODO DI COMPORTO (art. 31): mesi 9 per anzianità fino a 5 anni e mesi 12 per anzianità oltre i 5 anni. In caso di più assenze, i periodi di conservazione del posto suindicato si intendono riferiti ad un arco temporale pari a 24 mesi;
• APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE (art. 25): il Piano Formativo Individuale (PFI), redatto in forma sintetica e richiamato nella lettera di assunzione, costituisce parte integrante del contratto e deve essere definito entro 30 giorni di calendario dalla stipulazione. Disciplinate, inoltre, durata minima e la retribuzione in percentuale su quella prevista per il livello finale di destinazione;
• GRATIFICA NATALIZIA (art. 40): possibilità di erogare mensilmente i ratei relativi alla gratifica natalizia;
• CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO (art. 22): affiancamento assunzioni a termine per sostituzione fino a 90 giorni di calendario.
Contingentamento: fino a 5 dipendenti (lavoratori a tempo indeterminato e apprendisti) possibilità di assumere fino a 3 lavoratori a termine, tra 5 e 10 dipendenti consentita l’assunzione di 1 lavoratore a termine ogni 2 o frazione con arrotondamento all’unità superiore e oltre 10 dipendenti il 25% dei lavoratori con arrotondamento all’unità superiore. I limiti sono calcolati prendendo a riferimento i lavoratori in forza al 1° gennaio dell’anno di assunzione.
Esclusione dal computo: lavoratori a termine per sostituzione, nei primi 12 mesi della fase di avvio di nuove attività d’impresa o dall’entrata in funzione di una nuova linea di produzione o servizio oppure di una nuova unità produttiva aziendale.
Possibilità di stipula ulteriore successivo contratto eccedente i 36 mesi per una durata massima di 8 mesi, prorogabile a 12 dalla contrattazione collettiva regionale, se la stipula avviene presso la DTL.