Ammortizzatori sociali e pensioni: pronto il DL

In data 18 maggio 2015, il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto legge in materia di ammortizzatori sociali e di pensioni, dando, su quest’ultimo punto, attuazione alla recente sentenza n. 70/2015 della Corte Costituzionale in materia di indicizzazione delle pensioni. 

Di seguito, i punti salienti del DL:

• il provvedimento riconosce, per il biennio 2012-2013, ai trattamenti pensionistici superiori a tre volte i trattamenti minimi, una parziale rivalutazione in base all’inflazione, graduata in funzione decrescente per fasce di importi pensionistici fino a sei volte il trattamento minimo, con decorrenza primo settembre 2015. Gli gli arretrati saranno pagati in un’unica soluzione il 1° agosto p.v;
• previsto un intervento che consente all’INPS di anticipare al 1° giorno del mese il pagamento delle pensioni;
• previsto un ulteriore intervento che protegge il montante contributivo, per il calcolo delle future pensioni, dalla caduta del PIL che si è verificata negli anni passati;
• in materia di ammortizzatori sociali sono poi previsti il rifinanziamento per 1 miliardo di euro degli ammortizzatori in deroga per il 2015 (mobilità e cassa integrazione) e il rifinanziamento dei contratti di solidarietà per 70 milioni di euro.