Attività ispettiva nelle ASD e SSD: le indicazioni dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro

ispezioni asd ssd paserioCon la circolare n. 1 del 1° dicembre 2016, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha fornito indicazioni in merito alla conduzione dell’attività ispettiva nelle ASD e nelle SSD.

In particolare, oltre a ricordare le peculiarità e i presupposti del regime previsto per tali soggetti, ha chiarito che l’applicazione della norma agevolativa che riconduce tra i redditi diversi le indennità erogate ai collaboratori è consentita solo al verificarsi delle seguenti condizioni:

  • che l’associazione/società sportiva dilettantistica sia regolarmente riconosciuta dal CONI attraverso l’iscrizione nel registro delle società sportive;
  • che il soggetto percettore svolga mansioni rientranti, sulla base dei regolamenti e delle indicazioni fornite dalle singole federazioni, tra quelle necessarie per lo svolgimento delle attività sportivo-dilettantistiche, così come regolamentate dalle singole federazioni.