Bozza Legge di Stabilità: proroga dell’esonero contributivo per l’anno 2016

L’art. 11 del disegno di legge di Stabilità 2016 contiene la proroga, per l’anno 2016, dell’esonero contributivo in caso di assunzioni a tempo indeterminato. Riportiamo di seguito le caratteristiche dell’esonero 2016:
– Rivolto ai datori di lavoro privati (escluso settore agricolo);
– Riguarda le nuove assunzioni a tempo indeterminato dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2016;
– Durata dell’agevolazione per massimo 24 mesi;
– esonero dal versamento del 40% dei complessivi contributi previdenziali a carico del datore di lavoro;
– limite massimo dell’esonero: 3.250 euro annui.
Risultano esclusi dall’applicazione dell’esonero contributivo: 
– Il contratto di apprendistato;
– Il lavoro domestico;
– I lavoratori che nei 6 mesi precedenti siano risultati occupati a tempo indeterminato presso qualsiasi datore di lavoro;
– I lavoratori per i quali il beneficio (sia nel 2015 che nel 2016), sia già stato usufruito in relazione ad una precedente assunzione a tempo indeterminato;
– I Lavoratori che nei 3 mesi antecedenti la data di entrata in vigore della legge avevano in essere un rapporto di lavoro a tempo indeterminato con il medesimo datore di lavoro che vuole usufruire dello sgravio (considerando anche società controllate o collegate).
Infine, l’esonero non è cumulabile con altri esoneri o riduzioni delle aliquote di finanziamento previsti dalla normativa vigente.