CASSA EDILE MILANO: DAL 1° GENNAIO 2015 IN VIGORE LE NUOVE ALIQUOTE CONTRIBUTIVE

A partire dal 1° gennaio 2015 il contributo per previdenze sociali a carico di tutte le imprese iscritte e degli operai è pari al 2,500% così ripartito: 5/6 a carico dei datori di lavoro, pari al 2,083% e 1/6 a carico dei lavoratori pari al 0,417%, senza distinzione di classificazione.
A partire dal 1° gennaio 2015 l’aliquota contributiva a carico delle imprese da versare alla scrivente Cassa Edile per “Anzianità Professionale Edile” (A.P.E.) è stabilita nelle seguenti misure:
• imprese gruppo A) con meno di 1.800 ore mediamente accantonate nell’anno di bilancio precedente e imprese gruppo A) con 1.800 ore mediamente accantonate nell’anno di bilancio precedente: 3,500%
• imprese gruppo B): 2,500%
A partire dalla suddetta data sono ricomprese nel gruppo B) esclusivamente le imprese iscritte da almeno 60 mesi alla Cassa Edile di Milano, Lodi, Monza e Brianza.
L’articolo 97 del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (di seguito C.C.N.L.) edili industria, l’articolo 39 del C.C.N.L. edili cooperazione, rinnovati con il verbale di accordo sottoscritto in data 1° luglio 2014, e l’articolo 92 del C.C.N.L. edili artigianato, rinnovato dal verbale di accordo del 24 gennaio 2014, così come modificato ed integrato dal verbale di accordo del 16 ottobre 2014, hanno previsto, a partire dal 1° gennaio 2015, l’istituzione di un contributo mensile di Euro 8,00, riparametrati su base 100, da versare al Fondo Prevedi o Cooperlavoro, a carico del datore di lavoro, per tutti i propri dipendenti (operai, impiegati, quadri).
Come previsto dalla lettera c) del verbale di accordo del 3 marzo 2014, a partire dal 1° febbraio 2015 la misura del contributo necessario alla copertura economica dell’attività dell’Associazione per la sicurezza dei lavoratori dell’edilizia R.L.S.T.-A.S.L.E. passa dallo 0,15% allo 0,20%.
Si ricorda che le imprese artigiane e le imprese cooperative applicano l’aliquota dello 0,20% dal 1° gennaio 2014, secondo quanto stabilito rispettivamente dai verbali di accordo del 21 gennaio 2013 e del 16 gennaio 2013.
La sospensione del contributo per la prestazione relativa al trattamento di Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria (C.I.G.O.) in favore degli apprendisti, in caso di sospensione o riduzione dell’attività lavorativa per eventi meteorologici, è prorogata sino al 30 giugno 2015.
A tale proposito si ricorda che il contributo pari allo 0,30% della retribuzione percepita dal lavoratore apprendista, dovuto dall’impresa che impiega lavoratori con contratto di apprendistato ed introdotto con i C.C.N.L. del 2008, non è mai stato richiesto alle imprese iscritte, al fine di contenere i costi del lavoro a loro carico.