Certificato medico: se inidoneo ad attestare lo stato di malattia il licenziamento è legittimo

Con la sentenza n. 10154 del 21 aprile 2017, la Corte di Cassazione ha asserito che quando il certificato medico risulta inidoneo ad attestare lo stato di malattia, il licenziamento disciplinare è legittimo.

Nel caso di specie, l’assenza per malattia si stava protraendo in ragione di una certificazione medica non idonea ad attestare lo stato morboso; a questo fatto, si è aggiunto un comportamento del lavoratore non integrante un impegno di leale cooperazione, cui il lavoratore è tenuto in qualità di debitore della prestazione lavorativa, non giustificabile con rappresentazioni soggettive a spiegazione della propria condotta.