CONSEGUENZE DELLA MANCATA REINTEGRA NEL POSTO DI LAVORO

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 6777/2015, ha affermato il principio secondo il quale non costituisce reato la mancata ottemperanza del datore di lavoro all’ordine del giudice di reintegrare un dipendente nel posto di lavoro. Infatti, per tale inadempimento, sono previste solo conseguenze civili di natura patrimoniale e per le quali il lavoratore potrà richiedere un risarcimento.