CONTRATTI DI SOLIDARIETÀ 2015: INTEGRAZIONE SALARIALE AL 70%

Con la circolare n. 8 del 20 marzo 2015, il Ministero del Lavoro ha informato che è stato disposto l’aumento dell’ammontare del trattamento di integrazione salariale relativo ai contratti di solidarietà (di cui all’articolo 1 del Decreto Legge n. 726/1984, convertito con la Legge n. 863/1984) nella misura del 10% della retribuzione persa a seguito di riduzione di orario.
Di conseguenza, per l’annualità 2015 ed entro il prestabilito limite di spesa, l’Inps è autorizzato ad erogare il trattamento di integrazione salariale nella misura complessiva del 70% della retribuzione persa a seguito della riduzione dell’orario di lavoro.
Ai fini dell’accesso al beneficio dell’incremento del trattamento, le risorse stanziate sono destinate in via prioritaria al trattamento dovuti nell’anno 2015 in forza di contratti di solidarietà, anche di proroga, stipulati nell’anno 2014. L’Inps dovrà tenere conto dell’ordine cronologico di stipula degli accordi di solidarietà allegati ai decreti ministeriali di autorizzazione al trattamento di integrazione salariale.
Al raggiungimento del limite di spesa, l’Istituto dovrà interrompere le erogazioni ulteriori.