Contributo di assistenza contrattuale: il mancato versamento fa decadere dal riconoscimento delle agevolazioni?

versamento contributo assistenza contrattuale agevolazioni studio paserioCon interpello n. 18 del 20 maggio 2016, il Ministero del Lavoro è intervenuto in merito al riconoscimento dei benefici normativi e contributivi (art. 1 c. 1175 L. n. 296/2006) con particolare riferimento al caso del mancato versamento del contributo di assistenza contrattuale da parte di imprese non iscritte all’associazione di categoria firmataria del contratto collettivo. Il mancato versamento può configurarsi come motivo ostativo alla concessione dei citati benefici?

Sul punto il Ministero ha evidenziato che il c.d. “contributo di assistenza contrattuale”, generalmente, consiste in un onere economico richiesto da organizzazioni sindacali “per assicurare l’efficienza delle proprie strutture sindacali al servizio dei lavoratori e dei datori di lavoro”.

Di conseguenza, il contributo si qualifica come elemento rientrante nella parte obbligatoria del contratto collettivo e non nella parte economica e normativa; da questa considerazione deriva l’assenza di un obbligo di versare tale contributo ai fini del riconoscimento dei benefici normativi e contributivi, per l’azienda non iscritta all’associazione firmataria del CCNL.