Coronavirus – Cassa edile: stipulato accordo per fronteggiare l’emergenza

Si comunica che, con riferimento al settore edile, in data 23 marzo 2020, l’ANCE e le altre Organizzazioni datoriali, e le Organizzazioni Sindacali FENEAUL-UIL, FILCA-CISL e FILLEA-CGIL, hanno stipulato un accordo che prevede, in particolare:

  • la proroga dei versamenti previsti a carico delle imprese verso la Cassa Edile, per il periodo di competenza febbraio (pagamento 31 marzo 2020) e marzo (pagamento 20 aprile 2020), alla data del 31 maggio 2020. I versamenti potranno essere rateizzati, senza sanzioni né interessi, per un massimo di 4 rate;
  • l’anticipazione agli operai, da parte delle Casse Edili, del trattamento economico relativo all’accantonamento delle ferie tra ottobre e dicembre 2019 (cartella di luglio 2020) entro il 30 aprile 2020;
  • l’anticipazione dei tempi previsti per l’erogazione dell’anzianità professionale edile maturata a partire dal 1° aprile 2020.

Si precisa, inoltre, che:

  • le imprese, che attualmente hanno in essere rateazioni nei confronti della Cassa Edile, possono sospendere le scadenze delle rate del 31 marzo e del 30 aprile 2020, ripartendo con i pagamenti dal 31 maggio 2020, prolungando così di due mesi le rateazioni stesse, senza ulteriore aggravio di interessi e sanzioni;
  • rimane fermo l’obbligo di presentazione delle denunce, secondo le scadenze previste. Pertanto, la denuncia di febbraio dovrà essere trasmessa entro il 16 marzo, mentre quella di marzo entro il 16 aprile. Tuttavia, sarà possibile procedere con l’invio delle denunce anche oltre tali termini, ma comunque entro la fine del mese di riferimento (ad esempio, l’invio della denuncia di febbraio dovrà essere effettuato entro fine marzo);
  • la proroga dei versamenti dei periodi di febbraio e marzo al 31 maggio 2020, comporta una verifica della regolarità contributiva (Durc Online) al 30 giugno 2020. A tal proposito si ricorda che il mancato invio della denuncia entro i termini previsti, costituisce inadempienza ai fini della regolarità contributiva;
  • in ogni caso, le prestazioni della Cassa Edile che abbiano validità o scadenza entro il 31 maggio 2020, sono automaticamente prorogate di due mesi.

Inoltre,

Leggi anche:

CORONAVIRUS – DECRETO “CURA ITALIA”: COSA ACCADE AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E PREVIDENZIALI DOVUTI?

CORONAVIRUS – DECRETO “CURA ITALIA”: I CHIARIMENTI DALL’AGENZIA DELLE ENTRATE

CORONAVIRUS – SETTORE EDILE: COSA ACCADE AI DURC IN SCADENZA?