Coronavirus – Pagamenti CIG: cosa fare in caso di IBAN scorretto?

L’INPS, con messaggio n. 1904 del 7 maggio 2020, ha fornito istruzioni circa il pagamento diretto delle prestazioni di CIG, qualora il modulo Sr41 contenga un IBAN errato.

L’IBAN risulta errato quando non c’è corrispondenza tra il Codice Fiscale del lavoratore e quello del titolare del conto corrente a cui si riferisce l’IBAN.

Data la situazione di emergenza sanitaria in corso, per consentire al lavoratore di ricevere in tempi brevi le somme relative alla CIG, in caso di IBAN errato, l’INPS provvederà al pagamento tramite bonifico domiciliato presso Poste Italiane.

Per approfondire leggi anche:

Coronavirus: anticipo dei trattamenti di integrazione al reddito da parte delle banche