Decreto Ristori: novità sul congedo Covid-19 per quarantena scolastica dei figli

Il Decreto Ristori, in materia di congedo Covid-19 per quarantena scolastica dei figli, ha previsto alcune novità.
In particolare:
  • ha aumentato a 16 anni l’età dei figli, la cui quarantena o sospensione della didattica in presenza, dà diritto al genitore di proseguire l’attività in smart working;
  • nel caso in cui la prestazione lavorativa non possa essere svolta in smart working e il minore abbia tra i 14 e i 16 anni, il genitore ha solo il diritto di astenersi dal lavoro senza corresponsione di alcuna indennità e senza il riconoscimento di contribuzione figurativa durante il periodo di assenza.

Per i genitori con figli di età inferiore ai 14 anni, resta fermo quanto disposto inizialmente dal D.L. n. 111 dell’8 settembre 2020, ovvero: in caso di impossibilità a svolgere l’attività lavorativa in smart working, il genitore ha la possibilità di usufruire del congedo retribuito al 50% e coperto da contribuzione figurativa.

 

Per approfondire vedi anche:

Congedo Covid-19 per quarantena scolastica dei figli: le istruzioni INPS