Decreto Ristori: sospensione versamenti INPS – INAIL per il mese di novembre

Il Decreto Ristori ha previsto un’ulteriore sospensione dei versamenti dei contributi INPS e dei premi INAIL per il mese di novembre 2020.

Datori di lavoro beneficiari della sospensione

Possono beneficiare della sospensione i datori di lavoro privati che svolgono in via principale una delle attività rientranti fra quelle di cui ai codici ATECO dell’allegato 1 del Decreto.

A titolo esemplificativo, si tratta degli operatori economici le cui attività sono state sospese o ridotte a seguito delle restrizioni imposte dall’ultimo DPCM del 24 ottobre 2020 (bar, ristoranti, alberghi, palestre, impianti sportivi, teatri, cinema e sale da ballo, taxi…ecc.).

Modalità di ripresa dei versamenti

I versamenti sospesi andranno effettuati, senza applicazione di sanzioni e interessi: 

  • in un’unica soluzione, entro il 16 marzo 2021;
  • mediante rateizzazione, fino a un massimo di 4 rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro il 16 marzo 2021.

Il mancato pagamento di due rate, anche non consecutive, comporta la decadenza dal beneficio della rateazione.

Per approfondire vedi anche:

Covid-19: approvato il Decreto Ristori