Distacco transnazionale: chiarimenti e precisazioni dall’Ispettorato Nazionale del Lavoro

AGGIORNAMENTO DEL 28/05/2018

DISTACCO LAVORATORI ALL’ESTERO: NUOVE REGOLE EUROPEE


Articolo del 06/06/2017

Con una nota del 5 giugno 2017 l’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha fornito alcuni chiarimenti e precisazioni sul distacco transnazionale.

I chiarimenti riguardano il caso in cui il distacco dei lavoratori venga effettuato nell’ambito di una prestazione transnazionale di servizi che coinvolge una pluralità di operatori economici, ovvero l’impresa straniera distaccante, il soggetto distaccatario e il destinatario finale della prestazione.

Nell’ipotesi in cui l’impresa straniera invii propri dipendenti in Italia presso stand temporanei allestiti nell’ambito di fiere, mostre, manifestazioni commerciali ed eventi congressuali, laddove non sia individuabile una prestazione di servizi nei confronti di un soggetto avente sede legale o operativa in Italia, ovvero non sia stato stipulato un contratto di natura commerciale, non sembra possibile qualificare, in termini di sede o filiale in Italia dell’azienda straniera, lo stand temporaneo allestito in occasione delle citate manifestazioni, con conseguente esclusione dell’applicazione degli obblighi previsti dal Decreto stesso.