È legittimo il licenziamento del lavoratore che si rifiuta di essere adibito a nuove mansioni?

Con la sentenza n. 4502/2016, la Corte di Cassazione ha sancito l’illegittimità di un licenziamento per giusta causa, che faceva leva esclusivamente sul rifiuto del lavoratore ad essere adibito a nuove mansioni a causa di una motivazione sanitaria.

Il caso è quello di un lavoratore licenziato per per essersi rifiutato di svolgere le proprie mansioni presso altro reparto, lamentato di non poter stare a contatto con una determinata merce riferendo patologie sanitarie.