Settore edile: confermata la decontribuzione dell’11,50% per l’anno 2020

In data 11 settembre 2020, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha pubblicato il Decreto Direttoriale del 4 agosto 2020, con la determinazione della riduzione dei contributi previdenziali ed assistenziali in favore dei datori di lavoro del settore edile per l’anno 2020.

Anche per l’anno 2020, la decontribuzione è individuata nella misura dell’11,50%.

Si precisa che la riduzione è applicabile sui contributi INPS e INAIL dovuti per gli operai a tempo pieno.
In particolare, per quanto riguarda l’INPS, la riduzione si applica al netto:
– della contribuzione dovuta al Fondo pensioni lavoratori dipendenti;
– dell’eventuale contributo CIGS a carico del dipendente;
– del contributo integrativo dello 0,30% per la formazione professionale (che viene versato unitamente al contributo per la nuova indennità di disoccupazione – NASpI);
– delle misure compensative eventualmente spettanti per il conferimento del TFR alle forme pensionistiche complementari e al Fondo di Tesoreria.
Per quanto riguarda l’INAIL, invece, la riduzione interessa i premi relativi all’assicurazione infortuni e silicosi, esclusi i premi speciali artigiani, e va applicata in sede di autoliquidazione.