Gestioni pubbliche: la prescrizione dei contributi dovuti

Con la circolare n. 94 del 31 maggio 2017, l’INPS ha fornito chiarimenti in merito alla disciplina della prescrizione dei contributi pensionistici dovuti alle Gestioni pubbliche.

Emergono due profili peculiari nell’applicazione della disciplina della prescrizione delle contribuzioni dovute alle predette casse:

  • Da un lato rimane fermo l’univoco termine prescrizionale quinquennale;
  • Dall’altro, è stato previsto che nella liquidazione del trattamento di quiescenza spettante ai lavoratori pubblici iscritti presso la CPDEL, CPS e CPUG, si tenga conto dell’intero servizio utile prestato, ivi compresi i periodi non assistiti dal versamento dei contributi. Pertanto, anche in assenza di recupero della contribuzione dovuta alle predette casse, per avvenuto decorso del termine di prescrizione quinquennale, l’attività lavorativa svolta sarà considerata utile ai fini della liquidazione del trattamento di quiescenza.