Il superamento del periodo di comporto a causa di un infortunio sul lavoro non consente il licenziamento

Con sentenza n. 13667 del 3 luglio 2015, la Corte di Cassazione ha dichiarato illegittimo il licenziamento per superamento del periodo di comporto in relazione ad un infortunio sul lavoro.
L’illegittimità del licenziamento per superamento del periodo di comporto della malattia deriva dal fatto che l’evento, riconosciuto come infortunio sul lavoro, non consentiva l’applicabilità delle disposizioni contrattuali previste per la conservazione del posto per gli eventi di malattia.