Inail: guida alla gestione del fumo di tabacco in azienda

L’Inail ha pubblicato sul proprio sito, il manuale informativo per datori di lavoro, medici competenti e responsabili del servizio di prevenzione e protezione “La gestione del fumo di tabacco in azienda”, per informare sui rischi del fumo attivo e passivo e incoraggiarne la disassuefazione partendo dal luogo di lavoro.
Il documento è stato realizzato nell’ambito dello studio sui comportamenti a rischio dei lavoratori (tabagismo, scorretta alimentazione e scarsa attività fisica) e per la promozione di stili di vita salutari, come contributo al miglioramento del benessere personale e sul lavoro, con ripercussioni positive anche per l’impresa.
I datori di lavoro, con l’entrata in vigore della L. n. 3/2003 sulla tutela dei non fumatori, hanno dovuto gestire anche le problematiche del fumo di tabacco che, interagendo con i rischi tradizionali delle varie mansioni e lavorazioni, è uno dei principali fattori di rischio anche al lavoro. Alcuni aziende hanno optato per la sola applicazione del divieto mentre altri hanno affiancato al divieto l’informazione sul fumo di tabacco e la possibilità di disassuefazione con il contributo aziendale.