INPS – Lavoratori operanti all’estero: retribuzioni convenzionali

L’INPS, con circolare n. 15/2020ha comunicato le retribuzioni convenzionali valide per l’anno 2020 per i lavoratori operanti all’estero in Paesi extracomunitari non legati all’Italia da accordi in materia di sicurezza sociale.  

 

È stato precisato che, per effettuare il calcolo dei contributi dovuti per le assicurazioni obbligatorie dei lavoratori italiani operanti all’estero, è necessario basarsi sulla “retribuzione nazionale”, ovvero il trattamento previsto per il lavoratore dal CCNL, comprensivo degli emolumenti riconosciuti per accordo tra le parti, con esclusione dell’indennità estero. 

L’importo così calcolato dovrà, poi, essere diviso per dodici e, raffrontando il risultato del calcolo con le tabelle del settore corrispondente (allegate alla circolare)verrà individuata la fascia retributiva da prendere a riferimento ai fini degli adempimenti contributivi. 

Si ricorda che, per quanto attiene all’indennità sostitutiva del preavviso, l’obbligo contributivo dovrà essere assolto secondo il sistema convenzionale. 

 

L’INPS, inoltre, ha chiarito che qualora le aziende, per il mese di gennaio 2020, abbiano operato in difformità rispetto alle istruzioni fornite dall’Istituto, possono regolarizzare tali periodi senza aggravio di oneri aggiuntivi, entro il giorno 16 del terzo mese successivo.