INTESTAZIONE TEMPORANEA DI VEICOLI: SANZIONI DAL 4 DICEMBRE IN CASO DI MANCATO ADEMPIMENTO

Con nota n. 300/a/7812/14/106/16, il Ministero dell’Interno ha fornito le prime indicazioni operative volte a uniformare l’attività di controllo in relazione alla variazione della denominazione o delle generalità dell’intestatario della carta di circolazione e di intestazione temporanea di veicoli, in attesa dell’emanazione di una direttiva esplicativa sulle tematiche legate all’attività di controllo e sanzionatoria.
La nota ricorda, nel caso del comodato, che l’obbligo di annotazione vige solo quando tale atto, sia esso in forma scritta che orale, preveda l’utilizzo del veicolo da parte del comodatario in modo esclusivo, personale e continuativo per un periodo superiore a trenta giorni e che le norme in esame non sono retroattive, pertanto trovano applicazione unicamente per atti e fatti posti in essere per la prima volta dopo il 3 novembre 2014.
Infine, il documento evidenzia che eventuali sanzioni possono trovare applicazione solo decorsi 30 giorni dal 3 novembre 2014, quindi a partire dal 4 dicembre 2014, in quanto la norma consente all’utilizzatore di provvedere alla richiesta di annotazione entro 30 giorni dall’atto o fatto da cui deriva l’utilizzatore stesso.