Lavoro nero: chiarimenti sulla nuova maxisanzione

Con la circolare n. 16494 del 7 ottobre 2015, il Ministero del Lavoro fornisce le prime indicazioni operative in merito alla nuova maxisanzione per lavoro nero, così come riformata dal D.Lgs. n. 151/2015.
È stato chiarito che, per le condotte iniziate e cessate prima del 24 settembre 2015, si applica l’apparato sanzionatorio precedentemente vigente, compresa la maxisanzione affievolita.
Per analogia, alle medesime condotte, non si applica inoltre la procedura di diffida introdotta dal D.Lgs. n. 151/2015, in considerazione dei suoi contenuti sostanziali riferiti, in particolare, al mantenimento in servizio per almeno 3 mesi del lavoratore irregolare.
Per le condotte iniziate sotto la previgente disciplina e proseguite dopo l’entrata in vigore del decreto, trova applicazione la nuova disciplina ivi compresa la procedura di diffida.