Licenziamento per giusta causa: è legittimo in caso di mancata affissione del codice disciplinare?

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 17366 del 1 settembre 2015, ha confermato la legittimità del licenziamento per giusta causa comminato per gravi violazioni delle direttive aziendali anche qualora manchi l’affissione del codice disciplinare.
Tale evenienza si realizza allorquando nel comportamento del dipendente siano ravvisate gravissime negligenze e superficialità idonee ad esporre il datore di lavoro a rischi di natura economica o qualora vangano palesemente violati i precetti di riservatezza e correttezza.
Quanto descritto può costituire la base di un licenziamento disciplinare anche in mancanza del codice affisso, in quanto gli stessi rientrano, più genericamente, tra i comportamenti da tenere con la diligenza “del buon padre di famiglia” che non possono mancare durante il rapporto di lavoro.