Nullità del termine apposto al contratto: qual è l’indennità applicabile?

Con la sentenza n. 1552 del 20 gennaio 2017, la Corte di Cassazione ha asserito che non è condivisibile l’applicabilità dell’art. 32 L. n. 183/2010 (c.d. Collegato Lavoro) in materia di indennità in caso di nullità del termine apposto al contratto alla causa in esame, perché il gravame è stato redatto nel maggio del 2010, prima dell’entrata in vigore della norma stessa.

Ciò significa che la citata disciplina (così come interpretata autenticamente dall’art. 1 c. 13 L. n. 92/2012), risulta applicabile ai giudizi in corso in materia di contratti a termine; è quindi escluso che la disciplina dell’indennità vada ad incidere su diritti acquisiti dal lavoratore, proprio perché è rivolta ad operare su situazioni processuali ancora oggetto di giudizio.