PATTO DI NON CONCORRENZA: SCATTA LA ITA’ SE TROPPO RESTRITTIVO

La Corte di Cassazione con la sentenza n. 24159/2014 depositata lo scorso 12 novembre ha dichiarato la ità del patto con il quale il socio di una srl, cedendo la sua quota di partecipazione al capitale sociale, si vincoli a non svolgere attività concorrenziale con la società stessa, quando questo patto di non concorrenza precluda in modo assoluto all’obbligato l’esplicazione della sua capacità professionale in un dato settore economico. 
Questo stesso principio può essere mutuato al patto di non concorrenza sottoscritto con il lavoratore subordinato o con l’agente di commercio.