Procedure di conciliazione: i chiarimenti dell’INL

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro, con nota n. 148/2020, ha fornito alcuni chiarimenti in merito alla possibilità che la procedura conciliativa (ex art. 6 del D. Lgs. n. 23/2015) possa concludersi ed esaurirsi anche dopo il termine previsto per la presentazione dell’offerta conciliativa.  

L’INL ha precisato che, ai fini della tempestività dell’offerta conciliativa, è necessaria la comunicazione della stessa da parte del datore di lavoro, mentre la formalizzazione dell’accordo e la consegna dell’assegno circolare possono avvenire anche in tempi successivi. Si deve ritenere, infatti, che il datore di lavoro abbia rispettato il termine previsto dalla legge per la formulazione dell’offerta, quando entro il termine abbia integralmente compiuto l’attività a lui demandata, ovvero abbia inviato al lavoratore, e sia a questi pervenuta, la proposta di conciliazione con gli estremi dell’assegno circolare contestuale richiesta di convocazione in una delle sedi protette previste.