Proroga stato di emergenza: quali effetti sullo smart working?

Si comunica che con il D.L. n. 125 del 7 ottobre 2020 è stato prorogato lo stato di emergenza sanitaria per Covid-19 fino al 31 gennaio 2021.

Quali effetti sulla gestione dello smart working?

Fino al 31 dicembre 2020, sarà possibile attivare o proseguire l’attività di smart working in modalità semplificata.

In particolare, la procedura semplificata:
  • esonera il datore di lavoro dalla stipula di un accordo scritto con il lavoratore. Tuttavia, permane l’obbligo di consegna al lavoratore dell’informativa in materia di sicurezza;
  • prevede uno snellimento degli adempimenti legati alla comunicazione di attivazione o prosecuzione.
Oltre il 31 dicembre 2020, le nuove attivazioni e le prosecuzioni dello smart working, dovranno essere eseguite con le modalità e i termini ordinari previsti dagli articoli 18 – 23 della Legge n. 81 del 22 maggio 2017.