RIPRISTINATO L’INCENTIVO PER L’ASSUNZIONE DI DONNE RESIDENTI IN AREE SVANTAGGIATE E DISOCCUPATE DA ALMENO 6 MESI

Con il messaggio n. 6235 del 23 luglio 2014, l’Inps aveva provveduto a comunicare la sospensione degli incentivi, per l’assunzione di “donne di qualsiasi età, prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi e residenti in aree svantaggiate.
L’istituto con il messaggio n. 6319 del 29 luglio 2014 provvede al loro ripristino.
La motivazione è dovuta all’intervento del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il quale, una volta interpellato (vedi nota n. 40/0028096 del 25 luglio 2014) ha chiarito che, poiché l’incentivo previsto dalle disposizioni citate costituisce un regime di aiuti in favore dei lavori svantaggiati, è possibile continuare a considerare utili ai fini della applicazione dell’incentivo le aree indicate fino all’adozione della nuova Carta.
Pertanto è ripristinata la possibilità di riconoscere l’incentivo anche per le assunzioni, proroghe e trasformazioni effettuate dal primo luglio 2014.
L’esito negativo attribuito alle istanze con la motivazione del mancato rinnovo della Carta sarà anato automaticamente dai sistemi informativi centrali e sostituito con un esito positivo di accoglimento, con contestuale attribuzione del Codice di Autorizzazione “2H” in favore delle matricole interessate.