Riqualificazione del rapporto a seguito di ispezione e fruizione degli sgravi contributivi

Con interpello n. 2 del 20 gennaio 2016 il Ministero del Lavoro è intervenuto in merito all’ipotesi di riqualificazione del rapporto di lavoro autonomo con o senza partita IVA o parasubordinato in rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, a seguito di accertamento ispettivo e sulla possibilità di fruire dellosgravio contributivo di cui sopra in presenza dei requisiti previsti dalla legge.
Il Ministero ha precisato che non sia possibile fruire dello sgravio di cui all’art. 1 c. 118 della L. n. 190/2014, quando il rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato non sia stato instaurato per libera scelta del datore di lavoro, ma in conseguenza di un accertamento ispettivo.