TFR E COMPUTABILITÀ DELL’INDENNITÀ DI TRASFERTA: ORIENTAMENTI GIURISPRUDENZIALI

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 16142/2014, ha affermato che l’indennità di trasferta, qualora rappresenti un elemento strutturale della retribuzione, va computata nella base di calcolo del TFR.
Infatti, se l’indennità di trasferta non ha carattere restitutorio (rimborso spese) ma è corrisposta ai lavoratori per compensare il disagio derivante dalla trasferta in maniera fissa e forfettizzata, va considerata parte di natura retributiva e come tale deve rientrare nella base di calcolo del TFR.
In particolare, tale previsione era peraltro prevista dal CCNL Autotrasporto, applicato nel rapporto di lavoro oggetto del contenzioso.