Trasferta e rimborso del parcheggio: l’Agenzia chiarisce

L’Agenzia delle Entrate, con risposta a istanza di consulenza giuridica n. 5/2019, ha chiarito il trattamento fiscale del rimborso delle spese di parcheggio riconosciuto ai dipendenti in trasferta al di fuori del territorio comunale.

In particolare è stato previsto che il rimborso del parcheggio:

  • è assoggettabile interamente a tassazione, nell’ipotesi in cui il datore di lavoro abbia adottato i sistemi del rimborso forfettario e misto (ovvero quando abbia riconosciuto l’indennità di trasferta, sia a franchigia piena che a franchigia ridotta di 1/3 o 2/3);
  • rientra tra le “altre spese” (ulteriori rispetto a quelle di viaggio, trasporto, vitto e alloggio) escluse dalla formazione del reddito di lavoro dipendente fino all’importo massimo di 15,49 euro giornalieri (25,82 euro per le trasferte all’estero) nei casi di rimborso analitico.
Leggi anche: