Utilizzo abusivo delle credenziali aziendali e accesso alle banche dati: il licenziamento è legittimo

abuso credenziali aziendali licenziamento legittimo paserioCon la sentenza n. 12337 del 15 giugno 2016, la Corte di Cassazione ha asserito che l’utilizzo delle credenziali per accedere ad una banca dati contenente informazioni su soggetti o imprese, non collegate ad esigenze di servizio, costituisce giusta causa di licenziamento.

Una tale condotta lede irrimediabilmente il vincolo fiduciario soprattutto nel momento in cui le procedure per il rilascio e il rinnovo delle credenziali personali sono caratterizzate da passaggi atti a garantire l’identificazione del soggetti richiedente, lasciando trasparire l’intento indubbiamente doloso e fraudolento dell’azione.