Studio Associato: nessuna copertura INAIL per i professionisti

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 30428/2019, ha affermato che i professionisti, componenti di uno studio associato, non sono soggetti alla copertura assicurativa obbligatoria INAIL prevista per gli infortuni e le malattie professionali.

La Suprema Corte ha precisato come il libero professionista, che svolge un’attività non manuale, sia soggetto all’assicurazione obbligatoria, solo se presta la propria prestazione lavorativa alle dipendenze e sotto la direzione altrui. Nel caso dell’associazione tra professionisti, trattasi di attività libero professionale resa in forma autonoma e pertanto, in difetto di attività manuale o di attività intellettuale di vigilanza sul lavoro altrui resa in regime di subordinazione, non può ravvisarsi la copertura assicurativa obbligatoria prevista dall’INAIL.